Le 5 tipologie più importanti di materassi

 

Le motivazioni per dover scegliere un nuovo materasso sono tante e diverse. Abbiamo comprato un nuovo letto, il vecchio materasso è ormai logoro o magari il medico durante l’ultima visita ci ha suggerito di cambiare il nostro modo di dormire.

La posizione in cui dormiamo è estremamente importante per la nostra salute, durante il riposo dovremmo avere il corretto sostegno e il giusto comfort.

Ad oggi sul mercato ci sono svariati modelli e diverse tipologie di materassi, ognuno con caratteristiche ben precise. In base alle necessità di ognuno si può individuare quello più adatto.

Ad esempio una persona con una corporatura molto robusta necessita di un materasso più rigido rispetto ad un “peso piuma” e viceversa.

5 tipologie di materassi

Materasso a molle / a molle insacchettate

Con l’evoluzione tecnologica anche il mondo del “riposo” ha subito dei cambiamenti.

Esistono 2 tipologie di materassi a molle, i classici (detti a molle Bonnell) e quelli a molle insacchettate.

Bonnell

Per quel che concerne i materassi a molle Bonnell le caratteristiche principali sono la robustezza e la solidità, difatti la struttura è composta da un minimo di 800 molle bioconiche collegate tra loro. (In questo caso più molle aumentano la rigidità)

Data la sua composizione offre un gran sostegno per la colonna vertebrale, ma al contempo, se si parla di un letto matrimoniale, ogni movimento si ripercuote su tutto il materasso.

A volte i materassi a molle tradizionali vengono impropriamente definiti ortopedici, in quanto molto rigidi e tempo addietro si credeva che dormire su una superficie rigida fosse corretto.

Invece ad oggi sappiamo con certezza che un materasso deve essere ergonomico, cioè che si adatti alla nostra fisionomia conciliando il sonno e proteggendo la nostra colonna vertebrale.

Materasso con molle Bonnell

Materasso con molle Bonnell

A molle insacchettate

Sul mercato troviamo diversi tipi di materassi a molle insacchettate con diversi numeri di molle, ognuna con il suo singolo involucro che aiuta a mantenere uniformità evitando buchi nel tessuto. (solitamente il numero di molle parte da 800 molle fino ad arrivare anche a modelli con 10mila)

Anch’essi sono creati con una struttura in grado di dare un forte sostegno alla colonna vertebrale, ma essendo molle indipendenti l’una dall’altra riescono ad adattarsi meglio alla nostra fisionomia.

Spesso vengono creati con zone differenziate, in base alla posizione possono essere più o meno imbottiti.

Altra differenza rispetto ad un materasso a molle tradizionale è la rumorosità estremamente ridotta.

interno materasso a molle insacchettate

interno materasso a molle insacchettate

Materassi memory foam

Sono realizzati con strati di schiuma poliuretanica di diverse densità (in base al peso si sceglie la densità).

La caratteristica principale dei memory foam è che la loro composizione di diverse sostanze consente al materasso di modellarsi con il calore corporeo, garantendo un corretto sostegno alla colonna vertebrale e riducendo i punti di pressione che causano problemi e dolori.

Data la loro natura i materassi memory foam garantiscono un ottimo isolamento dei movimenti, quindi sono perfetti anche in versione matrimoniale.

Alcuni aspetti da tenere in considerazione, prima di decidere se il memory foam è il materasso adatto a noi, sono relativi al tipo di materiale utilizzato.

Come spiegato in precedenza data la sua composizione il materasso si modella attorno alla nostra figura grazie al calore corporeo, che viene trattenuto e rilasciato rendendo caldo il nostro letto. Quindi se siamo persone che soffrono molto il caldo potrebbe non essere la soluzione ideale.

Materassi in lattice (lattice naturale, sintetico e schiuma di lattice)

Per quanto riguarda i materassi in lattice bisogna fare una premessa in quanto generalmente si trovano 3 “versioni”, che però possono confonderci. Lattice naturale, lattice sintetico e schiuma di lattice.

La caratteristica principale dei materassi in lattice è l’ottimo supporto alla colonna vertebrale, in pratica “spinge” nel senso opposto. (fa il lavoro opposto ai materassi memory foam)

Solitamente vengono prodotti con 7 zone diverse di sofficità, cioè il materasso viene “imbottito” diversamente in base alla parte del corpo che poggerà su di esso.

Particolarmente indicato a chi soffre di allergie perché non trattiene polvere e gli acari non posso insidiarsi al suo interno.

Materassi in lattice naturale

Il lattice naturale viene ricavato da 2 piante, l’ hevea brasiliensis e l’hevea guianensis, entrambe provenienti da foreste pluviali (sud America, sud est asiatico e Africa).

Secondo le regole europee per poter definire un materasso in lattice naturale, deve avere un’anima di minimo 10cm e dev’essere composto almeno per l’85% di lattice di origine naturale.

Materassi in lattice sintetico

Il lattice sintetico è ottenuto attraverso un processo chimico che prevede la dispersione di polimeri sintetici, derivati dallo stirene-butadiene, in un apposito bagno.

Schiuma di lattice

La schiuma di lattice si ottiene dalla coagulazione e vulcanizzazione di una miscela di aria e lattice sintetico.

 

Materassi memory gel

Composta da una schiuma viscoelastica i materassi memory gel sono i più freschi di tutti.

La tecnologia impiegata consiste in una schiuma composta da micro-sfere intelligenti capaci di assorbire calore latente dal nostro corpo, mantenendo la temperatura costante durante il nostro riposo. Per avere un aumento di temperatura di 1 grado, il gel impiega 2 ore per stabilizzarsi a 2 gradi al di sotto della nostra temperatura corporea.

Questa tecnologia è stata inventata per le missioni nello spazio, per proteggere gli astronauti dalle variazioni di temperatura.

I materassi memory gel garantiscono un buon isolamento dei movimenti, riducendo al minimo il rumore.

Purtroppo si tratta di prodotti che solitamente hanno costi abbastanza elevati, per questo bisogna essere davvero sicuri della propria scelta e analizzare anche gli aspetti “negativi”.

materasso memory gel

Materassi ibridi

Con il termine ibrido si intende quei materassi che sono realizzati unendo le tecnologie di differenti tipi. All’atto pratico si tratta di un mix tra materassi a molle (tradizionali o insacchettate), memory foam o in lattice.

Quindi non esiste una regola “standard” riguardo la scelta di un materasso ibrido, sta tutto in base alle proprie esigenze strettamente personali.

Offrono solitamente un grande supporto, sono infatti molto adatti a chi ama dormire su un fianco.

Generalmente i materassi ibridi hanno costi abbastanza alti rispetto ad altre tipologie.

Particolare estremamente importante per la scelta del materasso è la fodera. Il consiglio è di scegliere materassi con fodere in materiali anallergici, facendo però attenzione che non siano sintetici o in poliestere poiché possono incidere sulla sudorazione durante il nostro riposo.

 

Da Artigiani in città vi aiutiamo a scegliere il materasso adatto alle vostre esigenze potendo scegliere da una gamma di alta qualità.

Visita il nostro sito o vieni a trovarci allo show-room di Corsico (MI).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi